In questo articolo analizzerò i migliori hosting WordPress disponibili nel 2020 per identificare i migliori fra di essi in termini di rapporto qualità prezzo, performance, affidabilità, servizio e assistenza clienti.

Mi concentrerò in particolare sugli hosting disponibili per siti italiani realizzati tramite il content management system (CMS) WordPress. Tuttavia la maggior parte di questi provider forniscono servizi di hosting ottimizzati anche per altri content management systems quali Joomla, Drupal, Prestashop, Magento oltre a servizi di hosting generici e pertanto non ottimizzati per uno specifico CMS.

Come vedremo, a mio avviso i migliori hosting WordPress sono Supporthost e Keliweb per l’eccellente rapporto qualità prezzo offerto mentre Vhosting e Serverplan hanno prezzi un po’ più alti ma assicurano servizi e performance di altissima qualità e sono pertanto anch’essi ottime scelte.
migliori hosting WordPress

Indice dell’articolo:

Lista dei migliori hosting WordPress

Per l’hosting del mio blog Viaggi Online ho effettuato una ricerca approfondita al fine di individuare il miglior hosting WordPress oggi disponibile in Italia.

A tal fine ho effettuato lunghe ricerche su internet, cercando di distinguere le recensioni genuine da quelle ispirate unicamente da logiche commerciali e pubblicitarie. Ho analizzato le offerte sui siti di tutti i principali operatori di questo settore, chiedendo delucidazioni in merito ai servizi offerti dai principali di essi tramite le loro chat. Mi sono confrontato con esperti in questo settore. Ho analizzato i feedback lasciati dagli utenti su siti di recensioni e blog specializzati su questa materia.

Il risultato di questa lunga ricerca è la seguente lista. Come vedrete, attraverso la mia ricerca ho scoperto che fra i migliori hosting WordPress disponibili in Italia ve ne sono alcuni poco conosciuti mentre altri popolarissimi non sono ai primi posti della mia classifica.

A mio avviso i migliori hosting WordPress del 2020 per siti italiani sono:

  • Supporthost, miglior hosting WordPress per rapporto qualità prezzo
  • Vhosting, miglior hosting WordPress per velocità dei siti
  • Serverplan, miglior hosting WordPress per qualità del servizio
  • Keliweb, miglior hosting WordPress economico
  • Siteground
  • Kinsta
  • Netsons
  • Server.it
  • Ovh
  • Aruba

Ho inserito link solo agli hosting WordPress che considero i migliori in assoluto in termini di rapporto qualità prezzo (Supporthost, Vhosting, Serverplan e Keliweb) per i motivi che spiegherò nel corso dell’articolo.

Nella lista sono presenti hosting che ritengo molto validi ma non consiglio per i prezzi più alti rispetto agli hosting WordPress migliori.

Fra i risultati della mia ricerca vi sono sicuramente alcune sorprese. In particolare Aruba, il provider storico di servizi di hosting in Italia, è presente solo in fondo a questa lista in quanto a mio avviso non ha finora adeguato la sua offerta ai grandi cambiamenti che hanno interessato l’hosting di siti web negli ultimi anni ed è inoltre noto per un livello di assistenza clienti insoddisfacente. Siteground, altro popolarissimo servizio di hosting WordPress in Italia, è inserito in questa lista in quanto lo considero ad ogni modo un buon hosting ma non è fra quelli che consiglio per i motivi che spiegherò nella sezione ai lui dedicata.

Analizzerò ora le caratteristiche principali di questi hosting WordPress cominciando da quelli che consiglio.

Ecco la lista dei migliori hosting WordPress del 2020:

Supporthost, miglior hosting WordPress per rapporto qualità prezzo

Supporthost è a mio avviso oggi il miglior hosting WordPress disponibile in Italia in termini di rapporto qualità prezzo e infatti è quello che ho scelto per l’hosting di questo sito. Sono passato a Supporthost da Siteground e ciò mi ha consentito di migliorare sensibilmente le performance del mio sito in termini di velocità, come potete verificare effettuando un test di velocità di una o più delle sue pagine tramite gli strumenti disponibili a tal fine (quali ad esempio Google PageSpeed Insights, GTmetrics e Pingdom). Ho inoltre subito apprezzato l’ottima assistenza clienti fornita da questa azienda oltre all’eccellente rapporto qualità prezzo dei servizi di hosting offerti.

I punti di forza di Supporthost sono a mio avviso i server di ultima generazione, l’offerta completa, l’ottimo customer service e i prezzi estremamente competitivi.

Supporthost è un fornitore di servizi di hosting italiano, anche se ha sede fiscale negli USA, e offre pertanto un sito e assistenza in lingua italiana. I suoi server sono basati in Germania, a Norimberga e Falkenstein, in datacenter di eccellenza dotati esclusivamente di server SSD e garantiscono ottime performance. La Germania è un’ottima dislocazione per i server grazie alla sua vicinanza con l’Italia e all’ottimo livello di performance e affidabilità offerto da numerosi datacenter tedeschi.

I piani di Supporthost sono disponibili a partire da 29 euro annui per l’hosting condiviso base (con dominio incluso per sempre). Sono disponibili 3 piani di hosting condiviso, 3 piani di hosting semidedicato, 4 piani reseller, 4 piani di cloud hosting (che può essere gestito o non gestito) e diverse tipologie di server dedicati (anch’essi gestiti o non gestiti). Si tratta pertanto di un’offerta completa che accontenta vari tipi di esigenze con performance sempre al top.

I piani di hosting condiviso sono disponibili anche già ottimizzati per i principali CMS (WordPress, Joomla, Drupal, Prestashop e Magento). Il piano di hosting condiviso base per WordPress, ad esempio, ha anch’esso un costo di 29 euro annui e include il costo del dominio per sempre, il che rappresenta un ottimo rapporto qualità prezzo se si considerano le performance assicurate dai server di ultima generazione dotati di dischi SSD e l’ottimo servizio di assistenza.

La migrazione del sito ospitato da altri provider è offerta gratuitamente per tutti i piani. L’hosting può essere gestito tramite cPanel, il più popolare e diffuso pannello di controllo per siti web. Supporthost permette di passare facilmente da un piano all’altro man mano che le esigenze del proprio sito aumentano, e anche se esse diminuiscono. Il rapporto qualità prezzo resta ottimo anche per le soluzioni dedicate quali cloud hosting e server dedicati e pertanto se nel corso degli anni le esigenze del proprio sito aumenteranno si potrà continuare a beneficiare di ottime condizioni.

Come sottolineato nel nome dell’azienda, l’assistenza, fornita tramite telefono e sistema di ticket, è un punto di forza di Supporthost. Performance e servizi di eccellente livello sono offerti a prezzi che, come è possibile verificare sul sito di Supporthost, sono estremamente competitivi e fanno di questo operatore la mia prima scelta per un hosting in Italia. Supporthost è fra l’altro l’unico operatore di hosting che ad oggi non ha nessuna recensione negativa su Trustpilot.

Vhosting, miglior hosting WordPress per velocità dei siti

Vhosting è un provider italiano di servizi di hosting basato a Palermo e che dispone di server di ultima generazione dislocati in datacenter in Germania, Italia e Francia.

Si tratta di uno dei principali operatori del settore in Italia e offre ottime performance in termini di velocità dei siti, completezza del servizio e assistenza. La velocità dei siti beneficia dell’utilizzo del sistema di cache Varnish e di dischi SSD NVMe per tutti i piani.

Il rapporto qualità prezzo offerto è ottimo su tutti i piani da quelli di hosting condiviso al cloud hosting e ai server dedicati (questi ultimi entrambi offerti tramite soluzioni completamente gestite e al tempo stesso non troppo costose) e per questo motivo Vhosting è un altro degli hosting che consiglio.

I siti possono essere gestiti tramite il pannello di controllo cPanel o Plesk, a seconda del piano scelto. Il costo del piano di hosting condiviso base ottimizzato per WordPress parte da 45 euro all’anno incluso il dominio solo per il primo anno. Si tratta anche in questo caso di un prezzo competitivo, anche se più alto rispetto a quelli dei piani di Supporthost e Keliweb, considerando le ottime performance assicurate da questo hosting.

Serverplan, miglior hosting WordPress per qualità del servizio

Serverplan è uno dei fornitori di servizi di hosting più noti in Italia e offre un servizio senza dubbio di ottima qualità.

La sua offerta è completa e comprende tutti i principali servizi di hosting. Punto di forza dell’azienda è l’assistenza clienti (chiamata dall’azienda “intrepid support”) che gode di un’ottima reputazione. I server sono di ultima generazione e sono dislocati in un datacenter a Roma.

I prezzi dell’hosting WordPress base, chiamato Starterkit, sono molto competitivi a 24 euro + iva all’anno (con dominio incluso ma solo per il primo anno). Se le esigenze del proprio sito aumentano nel tempo i prezzi dei piani superiori diventano meno competitivi. Anche se i suoi prezzi sono più alti rispetto a quelli di Supporthost e Keliweb, Serverplan è tuttavia senza dubbio uno dei migliori hosting WordPress e uno di quelli che consiglio grazie a una qualità dei servizi indiscutibile e ai massimi livelli in Italia.

Keliweb, miglior hosting WordPress economico

Keliweb è un’azienda italiana basata in Calabria, a Rende, che è riuscita nel tempo a crescere a ritmi sostenuti fino a diventare uno dei primi operatori nazionali nel settore dell’hosting e uno dei pochi in Italia a possedere un proprio datacenter (a Rende), gli altri sono Aruba, Register, Hosting Solutions e Seeweb.

I server di Keliweb sono di ultima generazione e garantiscono performance di ottimo livello. L’offerta dell’azienda è molto completa e comprende piani di hosting condiviso, a partire da un costo di 26,10 euro + iva all’anno (con dominio incluso per sempre) per il piano di hosting condiviso WordPress Start (assolutamente consigliato a chi utilizza WordPress in quanto ottimizzato per questo CMS). Sono inoltre disponibili piani di cloud hosting, VPS cloud e server dedicati anch’essi tutti molto performanti e offerti a prezzi molto competitivi.

Per questi motivi Keliweb è a mio avviso oggi il miglior hosting WordPress disponibile in Italia in termini di rapporto qualità prezzo dopo Supporthost. A mio avviso, Supporthost si fa preferire grazie a performance e servizio di assistenza leggermente superiori ma Keliweb ha dalla sua i prezzi più bassi del mercato fra i provider di qualità. Keliweb inoltre, al contrario di Supporthost, non offre la migrazione gratuita del sito dal precedente hosting, tuttavia offre un ottimo servizio a pagamento al costo di 59 euro + iva.

Siteground

Siteground è senza dubbio uno dei fornitori di servizi hosting WordPress più conosciuti in Italia. Si tratta di un’azienda bulgara che ha oggi un’importante presenza internazionale. In Europa essa possiede server a Francoforte, Amsterdam e Londra. Dietro il successo di Siteground vi è anche una notevole capacità in termini di marketing che ha fatto largo uso di accordi di affiliazione con blog in tutto il mondo. Fino a non molto tempo fa Siteground si distingueva anche per un eccellente servizio di assistenza offerto ai suoi clienti grazie ad addetti al customer care estremamente disponibili che aiutavano i clienti dell’azienda con ogni loro esigenza.

Purtroppo dal 2020 la politica dell’azienda in merito è cambiata e nello stesso pannello di gestione di Siteground l’accesso al servizio di assistenza clienti è stato reso meno visibile per scoraggiarne l’utilizzo. In seguito a questo cambio di politica la popolarità di questo operatore ha subito un brusco declino. Ad esempio su Trustpilot fino alla fine del 2019 i feedback lasciati sull’azienda erano quasi tutti positivi mentre nel corso del 2020 essi sono diventati per la maggior parte molto negativi. Alle lamentele relative alla poca disponibilità del servizio di assistenza si sono sommate quelle sulle performance dell’hosting, sulla facilità con cui l’azienda mette offline i siti se superano le risorse previste dal proprio piano e sui significativi aumenti di prezzi introdotti nel 2020. Alcuni clienti di Siteground si stanno anche lamentando per l’abbandono di cPanel, deciso dall’azienda a favore di un suo pannello di controllo chiamato Site Tools. Al momento infatti tutti i nuovi clienti che acquistano un piano di hosting condiviso non potranno utilizzare cPanel ma Site Tools, cui dovranno gradualmente passare anche i vecchi clienti.

A mio avviso Siteground rimane in realtà un buon servizio di hosting WordPress che offre numerose funzionalità ai propri clienti. Tuttavia effettivamente in termini di rapporto qualità prezzo esso a mio avviso oggi non è per nulla competitivo con le aziende che ho citato nei paragrafi precedenti (Supporthost, Vhosting, Serverplan e Keliweb) offrendo prestazioni inferiori, un servizio di assistenza non adeguato e prezzi più alti (dopo l’abbonamento del primo anno offerto a prezzi scontati i costi aumentano – come specificato sul loro sito – di più del 50%) e pertanto non è uno dei servizi di hosting che consiglio.

Kinsta

Kinsta è un operatore globale con un posizionamento premium noto per le ottime performance del suo servizio di hosting. I suoi servizi di hosting sono ospitati sul cloud di Google. Kinsta dispone di un sito in lingua italiana e offre assistenza in italiano.

Nonostante il suo posizionamento Kinsta non è uno dei miei operatori preferiti a causa di un rapporto qualità prezzo offerto a mio avviso basso e anche del modo in cui i suoi servizi sono configurati. Esso ad esempio non utilizza cPanel ma un pannello di gestione proprietario.

Netsons

Netsons è un altro storico provider italiano di servizi di hosting. Esso dispone di un’offerta ampia, un buon servizio di assistenza e numerosi servizi complementari. Le performance assicurate sono di buon livello. Anche nel caso di Netsons, pur essendo la sua offerta senza dubbio valida e l’azienda seria e affidabile, il motivo per cui questo operatore non è fra quelli che consiglio è il rapporto qualità prezzo a mio avviso inferiore ai provider che ho precedentemente indicato.

Server.it

Server.it è un operatore ancora poco conosciuto in Italia ma prevedo che questa situazione cambierà presto. Si tratta di un’azienda basata a Ravenna che ha i propri server a Milano ospitati nel datacenter di Fastweb.

La sua offerta è di buona qualità e competitiva in termini di infrastrutture e servizio. Si tratta inoltre di un’offerta completa che comprende hosting condiviso, cloud hosting, VPS e server dedicati. Gli hosting possono avvalersi del pannello di controllo cPanel. Il motivo per cui Server.it non è fra gli hosting che consiglio è il rapporto qualità prezzo meno vantaggioso rispetto ai quattro provider di hosting che consiglio.

OVH

OVH è un’azienda francese e uno dei principali fornitori mondiali di servizi di hosting con numerosi datacenter in Europa, Stati Uniti, Asia e Australia. OVH dispone di ottimi server di ultima generazione e i suoi prezzi sono competitivi. Tuttavia i suoi utilizzatori sono generalmente molto scontenti del servizio offerto a causa della cattiva assistenza ricevuta e dei molti problemi (anche di down dei siti) a cui vanno incontro. E’ facile constatare quale sia il livello di soddisfazione dei clienti di OVH leggendo le recensioni dell’azienda su Trustpilot (dove essa ha ad oggi una valutazione complessiva di 1,5/5 = scarso). Pertanto nonostante ottimi server e buoni prezzi e nonostante l’importanza di questa azienda non consiglio di rivolgersi ad essa per ospitare il proprio sito.

Aruba

Aruba è lo storico provider italiano di servizi di hosting e per anni è stato in Italia quasi sinonimo di hosting. Si tratta di una grande azienda che oltre all’hosting fornisce numerosi altri servizi quali posta certificata, fatturazione elettronica, visure catastali, e altri ancora.

Purtroppo per quanto riguarda i servizi di hosting Aruba non è riuscita negli anni a mantenere la sua offerta aggiornata con i rapidi cambiamenti che hanno interessato questo settore e a proporre a chi ha bisogno di ospitare siti web soluzioni valide che includano gli strumenti che rendono un sito veloce, sicuro e facile da gestire. L’assistenza inoltre non appare assolutamente adeguata ed è molto lontana dai livelli di eccellenza del supporto ai clienti offerto da Supporthost, Vhosting, Serverplan, Keliweb e alcuni degli altri operatori del settore. Pertanto ad oggi Aruba è un operatore che non posso consigliare per i servizi di hosting.

Migliori hosting WordPress: le caratteristiche di un buon hosting

Le principali caratteristiche che un buon hosting WordPress deve possedere sono performance elevate, sicurezza, servizio di assistenza valido, risorse adeguate, facilità di gestione e buon rapporto qualità prezzo.

Performance

La velocità di un sito è un importante fattore per migliorare la user experience dei suoi visitatori, che notoriamente spesso abbandonano i siti le cui pagine tardano a caricarsi. Inoltre Google ha annunciato che dal 2021 i cosiddetti “core web vitals” diventeranno un fattore di ranking il che renderà la velocità di un sito un elemento più importante per raggiungere un buon posizionamento sul suo motore di ricerca.

E’ pertanto necessario scegliere un fornitore di servizi di hosting WordPress in grado di garantire buone performance in termini di velocità dei siti da esso ospitati grazie a server di ultima generazione, dischi SSD, ottimizzazioni e sistemi di caching lato server e server non troppo affollati evitando pratiche di overselling. E’ anche necessario che l’hosting garantisca percentuali di uptime (tempo in cui il sito è online) altissime pari o vicine al 100%. Infine è preferibile, se il proprio sito si rivolge a visitatori italiani, che il server sia dislocato in Italia, Germania, Svizzera o Francia per assicurare tempi di risposta più rapidi.

Sicurezza

Molto importante è anche l’aspetto della sicurezza dell’hosting. E’ preferibile scegliere servizi di hosting che garantiscono back up quotidiani dei siti ospitati effettuati su server esterni che sarà possibile ripristinare in caso di problemi.

Anche la scansione costante dei siti ospitati tramite sistemi antivirus (come ad esempio Clam AntiVirus e Imunify360 utilizzati da Supporthost) e la protezione dei siti da attacchi bruteforce sono importanti elementi di sicurezza di un hosting in quanto queste soluzioni lato server sono preferibili rispetto ai plugin che possono essere installati sui siti (come ad esempio Wordfence o Sucuri) sia in termini di efficacia che di minore impatto sulla velocità di caricamento delle pagine. Infine è un requisito fondamentale che l’hosting permetta la creazione gratuita di certificati SSL (come ad esempio quelli rilasciati da Let’s Encrypt) per tutti i siti ospitati in modo che essi possano avere un URL con protocollo https che è oggi necessario non solo per la sicurezza dei siti ma anche per migliorare il loro posizionamento sui motori di ricerca.

Assistenza

Un servizio di assistenza clienti rapido e competente è un altro importante fattore in base a cui scegliere l’azienda cui affidare l’hosting dei propri siti. Sono infatti molte le problematiche cui è possibile andare incontro e che richiedono un intervento tempestivo lato server da parte degli operatori del servizio di hosting per evitare che il proprio sito divenga irraggiungibile per ore o giorni.

E’ preferibile pertanto scegliere un servizio di hosting che abbia un customer service attivo 24 ore su 24 e 7 giorni a settimana e che garantisca tempi di risposta rapida tramite sistema di ticket, telefono o chat.

Risorse

E’ inoltre importante conoscere le risorse a propria disposizione controllando quali sono le dotazioni del proprio piano di hosting in termini di spazio disco (preferibilmente SSD), traffico mensile, CPU, RAM, banda passante, etc.

Questi valori ovviamente hanno molto più senso e sono più importanti in un piano con risorse dedicate (server dedicato, VPS o cloud hosting) mentre essi hanno un significato più relativo nel caso di un piano che preveda risorse condivise con altri siti. In quest’ultimo caso infatti il nostro sito non può contare in esclusiva sulle risorse del server su cui è ospitato (o su una parte definita di esse) ma deve appunto condividerle con altri siti.

Facilità di gestione

E’ anche importante avere a disposizione un pannello di controllo che permetta di gestire in modo semplice tutte le funzionalità messe a disposizione dal servizio di hosting e pertanto installazione rapida di WordPress, creazione e ripristino di back up, DNS, file del sito, etc.

I due pannelli di controllo più diffusi sono cPanel e Plesk, entrambi ottimi e di semplice utilizzo. Al momento numerosi servizi di hosting si stanno orientando su pannelli di controllo propri, soprattutto dopo l’aumento dei prezzi dei pannelli di controllo cPanel, tuttavia cPanel e Plesk rimangono per vari motivi le due opzioni preferibili. Nel pannello di controllo cPanel è disponibile, o è possibile richiedere, il software Softaculous che permette l’installazione di WordPress su un nuovo sito in pochi click.

Rapporto qualità prezzo

Il rapporto qualità prezzo è l’elemento fondamentale per la scelta di un servizio di hosting in quanto esso racchiude in sé tutte le caratteristiche del servizio ricevuto in termini di performance, sicurezza, risorse, assistenza e facilità di gestione e le rapporta al costo del servizio.

Come ho spiegato nella prima sezione di questo articolo analizzando singolarmente i migliori servizi di hosting attivi in Italia, a mio avviso ad oggi le aziende di hosting che offrono il miglior rapporto qualità prezzo sono Supporthost e Keliweb, che offrono un ottimo servizio a prezzi estremamente competitivi, ma anche Vhosting e Serverplan, che hanno prezzi un po’ più alti ma garantiscono un servizio e performance d’eccellenza che li giustificano.

Migliori hosting WordPress: le tipologie di hosting

Esistono vari tipi di hosting WordPress con caratteristiche molto diverse. E’ pertanto importante in base alle caratteristiche del sito (o dei siti) che si possiede scegliere la tipologia di hosting più adatta alle proprie esigenze.

Hosting condiviso

L’hosting condiviso è la tipologia base di hosting, che è adatta a siti e blog con un traffico non elevato e senza particolari esigenze in termini di performance.

Esso consiste in un server condiviso con altri utenti. I vantaggi di un hosting condiviso sono i costi più contenuti ed il fatto che esso è completamente gestito dall’azienda che fornisce il servizio e pertanto è più facile da utilizzare anche da chi non ha competenze di tipo tecnico. Lo svantaggio di un hosting condiviso è che in caso di picchi di visite degli altri siti ospitati sul server il proprio sito può subire rallentamenti. Inoltre esso non è adatto a siti che generano molto traffico e agli ecommerce in quanto le risorse a disposizione sono limitate e potrebbero non essere sufficienti. Infine, essendo anche l’indirizzo IP del proprio sito condiviso con altri siti, se uno degli altri siti ospitati sullo stesso server adottano pratiche di spamming o di black hat SEO anche la reputazione del proprio sito subirà un danno anche agli occhi di Google e pertanto anche in ottica SEO.

Hosting CMS

I servizi di hosting generalmente propongono piani di hosting condiviso specifici per WordPress e gli altri più popolari CMS, quali Joomla, Drupal, Prestashop e Magento. Per chi utilizza uno di questi CMS e intende acquistare un piano di hosting condiviso è senz’altro preferibile scegliere uno di questi piani in quanto essi hanno caratteristiche adatte a quel determinato CMS e sono ottimizzati per esso il che permette di ottenere migliori performance per i propri siti. Gli hosting WordPress inoltre generalmente dispongono di plugin preinstallati e funzionalità che rendono più facile la gestione di un sito creato con questo CMS.

Hosting semidedicato

L’hosting semidedicato è un hosting condiviso in cui il numero di siti ospitati sul server è limitato e pertanto maggiori risorse (in termini di RAM, CPU, etc.) sono disponibili per ogni singolo sito. Il vantaggio di un hosting semidedicato rispetto a un hosting condiviso è che esso è meno soggetto a rallentamenti. Esso è adatto a siti che generano un livello di traffico buono ma non elevatissimo e, al pari dell’hosting condiviso, è totalmente gestito dall’azienda di hosting. Si tratta pertanto di una soluzione che si pone in termini di performance e costi a metà strada fra quella di un hosting condiviso e quella di un hosting con risorse dedicate (quali VPS, cloud hosting o server dedicato).

VPS

I VPS (Virtual Private Server) sono delle partizioni virtuali di un server fisico effettuate tramite un software che permettono ad ogni cliente di usufruire di determinate risorse dedicate in termini di spazio disco, CPU, RAM e banda. I principali servizi di hosting forniscono generalmente VPS sia in modalità non gestita (che ha costi inferiori ma richiede competenze sistemistiche) che in modalità gestita (che ha costi più alti ma è totalmente gestita dal provider di servizi al pari di un hosting condiviso).

Il vantaggio offerto dai VPS è quello di poter usufruire di risorse dedicate, e pertanto di non essere danneggiati dai picchi di traffico degli altri siti ospitati sul server, senza dover sostenere i costi dell’hosting su un intero server dedicato. E’ inoltre possibile scalare facilmente le risorse disponibili in caso di necessità e richiedere configurazioni personalizzate in termini di software installato. Infine i VPS (come anche i cloud hosting e i server dedicati) posseggono un indirizzo IP dedicato il che, come abbiamo visto in precedenza, è molto importante per preservare la reputazione del proprio sito anche in ottica SEO. Gli svantaggi dei VPS sono i costi più elevati rispetto a un hosting condiviso o semidedicato e le prestazioni inferiori rispetto a un server dedicato.

Cloud hosting

Anche il cloud hosting garantisce risorse dedicate senza la necessità di pagare i costi di un intero server dedicato ma, a differenza di un VPS, nel suo caso la partizione virtuale delle risorse non avviene all’interno di un singolo server ma di più server collegati fra loro (che costituiscono appunto il cloud). Anche il cloud hosting, come i VPS, è generalmente offerto sia attraverso piani non gestiti che completamente gestiti.

Il cloud hosting presenta diversi vantaggi in termini di sicurezza e scalabilità. In primo luogo essendo l’hosting basato su più server se uno di essi si rompe il sito verrà automaticamente spostato interamente sugli altri senza alcuna conseguenza. Per lo stesso motivo poter contare su più server praticamente annulla i downtime del sito che sarà sempre online. Infine la scalabilità delle risorse del sito è praticamente illimitata.

Grazie a questi vantaggi il cloud hosting è una soluzione che sta acquisendo crescente popolarità e sono sempre più le aziende che preferiscono una soluzione di cloud hosting anche rispetto a un server dedicato.

Server dedicati

I server dedicati sono appunto server fisici totalmente dedicati all’hosting di un unico account. I vantaggi di un server dedicato sono il poter disporre di risorse senza condividerle con altri siti e il poter configurare il server liberamente in base alle proprie esigenze. Gli svantaggi sono i costi più alti (si tratta della soluzione più costosa) e una minore flessibilità, affidabilità e scalabilità rispetto alle soluzioni di cloud hosting. Gestire il proprio server da soli richiede competenze tecniche avanzate, tuttavia anche per i server dedicati sono generalmente disponibili soluzioni totalmente gestite.

Angelo Rossini

Angelo Rossini

Angelo Rossini ha creato il sito Viaggi Online dopo aver lavorato per 15 anni per Euromonitor International, una delle aziende leader mondiali nel settore dell’analisi di mercato, in qualità di Analista Viaggi Online. Angelo possiede inoltre la qualifica professionale di direttore tecnico di agenzia di viaggi.

Commenti a questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.