Nel corso degli ultimi cinque anni la popolarità delle case vacanza quale alternativa agli hotel è costantemente cresciuta. Le ragioni dietro questo successo sono state non solo il buon rapporto qualità prezzo offerto, soprattutto se si viaggia in 3 o più persone, ma anche la possibilità di vivere la propria destinazione di viaggio in modo più autentico come una persona del posto invece che come un tipico turista.

In questo articolo spiegheremo quali sono le caratteristiche delle case vacanza e come sempre consiglieremo i migliori operatori con cui prenotarle.

Case Vacanza

La nascita della sharing economy

Oltre ai due menzionati in precedenza, un altro fattore dietro la crescita delle case vacanza è rappresentato dall’emergere della cosiddetta sharing economy. La sharing economy si basa sulla condivisione con altre persone di beni sottoutilizzati. In questo caso si tratta di seconde case o anche di stanze nel proprio appartamento che non vengono utilizzate e che si decide di affittare ai turisti.

La sharing economy rappresenta oggi un settore sempre più rilevante dell’economia con un crescente numero di persone in tutto il mondo che ottengono un secondo reddito grazie alla condivisione dietro compenso di case, stanze, auto, o altri beni, o fanno addirittura di questa la loro attività principale.

Il fenomeno Airbnb

Un impulso importante al settore delle case vacanza è stato dato dall’azienda californiana Airbnb. Questa azienda fu fondata nel 2009 da tre amici che avevano problemi a pagare l’affitto di casa e a tal fine cominciarono ad affittarne una parte ai turisti. Nato in modo abbastanza casuale, Airbnb ha posto nel corso degli anni una significativa sfida all’industria dei viaggi tradizionale. Hotel, grandi agenzie di viaggi online e tour operator hanno inizialmente  minimizzato il fenomeno per poi abbracciarlo introducendo nei loro modelli di business molti aspetti dell’offerta di Airbnb che si erano rivelati molto apprezzati dai viaggiatori.

Così mentre grandi agenzie di viaggi online quali ad esempio Booking.com ed Expedia hanno fatto delle case vacanza uno dei principali settori della loro offerta alcune catene alberghiere hanno cercato di offrire un’esperienza più autentica ai loro ospiti aiutandoli a scoprire aspetti meno turistici della loro destinazione.

Vantaggi e svantaggi di alloggiare nelle case vacanza

Come menzionato in precedenza un primo vantaggio di alloggiare in una casa vacanza è quello economico in quanto in molti casi è possibile affittare un appartamento ampio e confortevole al prezzo di una più piccola stanza di albergo o anche a prezzi più economici.

Il secondo importante vantaggio è che una casa vacanza permette di vivere la destinazione di viaggio in modo meno “turistico” e più autentico. Alloggiando nei quartieri dove le persone del posto vivono invece che in quelli più turistici e grazie ai consigli dei proprietari della casa è possibile vivere una destinazione come una persona del posto apprezzandone meglio il modo di vivere oltre alle principali attrazioni turistiche.

Uno svantaggio di alloggiare in una casa vacanza è rappresentato invece dal minore livello di servizio ricevuto rispetto a un hotel. In questo caso non si ha una reception sempre aperta per qualsiasi richiesta e può essere ad esempio necessario occuparsi direttamente delle pulizie della casa mentre si alloggia lì o di preparare la colazione. Pertanto la casa vacanza è meno adatta a chi in vacanza preferisca il maggior livello di servizio offerto da un hotel.

Un secondo svantaggio è rappresentato dal maggiore rischio rispetto agli hotel di trovare un alloggio non corrispondente alle proprie aspettative. Essendo le case vacanza spesso gestite da privati e non da aziende è necessario un maggior livello di fiducia nel fatto che questi siano in grado di offrire un buon livello di struttura e comfort. Nel caso delle case vacanza pertanto è ancora più importante leggere attentamente le recensioni lasciate dagli ospiti passati per non rischiare di alloggiare in una struttura al di sotto delle proprie aspettative.

Gli operatori: con chi prenotare la propria casa vacanze?

Come menzionato in precedenza, in seguito al travolgente successo delle case vacanza si è anche moltiplicato il numero di operatori del settore, che oggi includono alcuni dei più grandi attori dell’industria dei viaggi.

Nei paragrafi che seguono troverete i nostri consigli sugli operatori che sono a nostro avviso da preferire e alcune indicazioni sulle caratteristiche e specificità della loro offerta.

La nostra scelta N. 1: Booking.com

Forse un po’ sorprendentemente, anche nel settore delle case vacanza come in quello degli hotel il primo operatore che ci sentiamo di consigliare è Booking.com e non, come forse ci si sarebbe aspettato, Airbnb.

Nonostante Airbnb possa essere la scelta preferibile in alcuni casi, e vedremo in seguito quali, Booking.com presenta infatti vantaggi in termini di comodità di utilizzo e di sicurezza che ne fanno a nostro avviso un’opzione in genere preferibile.

Un primo punto di forza dell’offerta di Booking.com è la possibilità di prenotare immediatamente online l’appartamento, a differenza di quanto accade per Airbnb e in alcuni degli altri operatori del settore delle case vacanza. Nel caso di Airbnb e di altri operatori non è infatti possibile prenotare in tempo reale dal sito ma è necessario inviare una richiesta al proprietario della casa che la valuterà e deciderà se accettarla.

In secondo luogo nel caso di Booking.com ci si può affidare alla eccellente organizzazione di questa azienda in termini ad esempio di funzionalità del sito, inclusa la cancellazione immediata della prenotazione senza costi – ove prevista, e di assistenza ai clienti in caso di difficoltà.

Inoltre va notato che Booking.com non fa pagare nessuna commissione sulla prenotazione ai viaggiatori ma solo una commissione ai proprietari di casa. La commissione richiesta ai proprietari è di circa il 15% e pertanto molto più alta di quella dei suoi principali concorrenti che però spesso richiedono anche una commissione a coloro che effettuano la prenotazione. Booking.com adotta pertanto la politica di chiedere più soldi ai proprietari per non chiederne ai viaggiatori.

Infine chi pensasse che Booking.com non ha un’offerta adeguata di case vacanza sbaglierebbe in quanto ad oggi ne ha quasi un milione in affitto sul suo sito, più del doppio di due anni fa.

L’offerta di case vacanze di Booking.com presenta alcune differenze rispetto a quella di Airbnb. In primo luogo Booking.com nella sezione “Appartamenti” affitta solo appartamenti indipendenti e non camere nell’appartamento dei proprietari come avviene su Airbnb. Nel caso di Booking.com camere sono affittate nelle categorie B&B e affittacamere, che sono però tipologie diverse – più professionali – rispetto alle camere in appartamento di Airbnb.

Inoltre nell’offerta di appartamenti di Booking.com hanno un maggiore peso le organizzazioni di affitto case rispetto ai privati che sono invece proporzionalmente più numerosi in Airbnb.



Booking.com

La nostra scelta N. 2: Airbnb

Airbnb è tuttavia senz’altro un’ottima azienda, che sta avendo un impatto molto rilevante sull’industria mondiale dei viaggi.

Nel suo caso, mentre lo svantaggio è rappresentato dalla prenotazione che può essere effettuata online ma non in tempo reale, il principale vantaggio è rappresentato dallo spirito del sito che è volto a favorire un’esperienza più autentica della destinazione. Tanto che da qualche anno Airbnb ha affiancato un secondo prodotto alle case, e cioè proprio le esperienze offerte a pagamento da persone del posto proprio al fine di far scoprire anche gli aspetti meno turistici della destinazione.

Inoltre, come menzionato in precedenza, l’offerta di Airbnb include non solo appartamenti indipendenti ma anche camere all’interno dell’appartamento del proprietario, ed è pertanto un’opzione preferibile per chi prediliga questa forma di alloggio turistico.

Case Vacanza Airbnb

 HomeAway

HomeAway è il secondo operatore specializzato in case vacanza al mondo dopo Airbnb e dal 2015 fa parte del gruppo Expedia, prima agenzia di viaggi online mondiale. HomeAway è un operatore americano ma ha una forte presenza in Europa anche grazie all’acquisizione dell’operatore francese Homelidays avvenuta nel 2009 e di alcuni altri operatori specializzati spagnoli, francesi, tedeschi e britannici.

Originariamente il modello di business di HomeAway non prevedeva la prenotazione diretta sul sito ma dopo l’acquisizione da parte di Expedia sta avvenendo un rapido passaggio ad un modello più moderno per cui oggi una larga parte degli appartamenti è disponibile con la modalità della prenotazione online con conferma immediata. Il sito di HomeAway è molto funzionale e ricco di informazioni.

Case Vacanza HomeAway

TripAdvisor

Un altro importante operatore nel settore delle case vacanza è oggi TripAdvisor che ha acquistato alcune aziende specializzate, FlipKey, Holiday Lettings, Housetrip e Niumba, e affitta più di 800,000 case vacanze in tutto il mondo.

Punto di forza di TripAdvisor è quello di rivolgersi alla sua ampia comunità di viaggiatori sia quali clienti che come proprietari delle case vacanza. TripAdvisor adotta un modello a metà fra quello di Airbnb e quello di Booking.com, affittando anche camere in appartamenti condivisi con i proprietari ma allo stesso tempo permettendo le prenotazioni in tempo reale.

Case Vacanze TripAdvisor

 

 

Altri operatori nel settore delle case vacanza

Oltre ai quattro giganti del settore delle case vacanze elencati in alto esistono numerosissimi piccoli operatori specializzati o in una specifica destinazione (ad esempio Barcellona o Rio de Janeiro) o in un segmento del pubblico (come ad esempio Onefinestay per l’affitto di case vacanza di lusso).

La tendenza tuttavia è anche in questo settore quella del consolidamento dell’offerta con i grandi operatori sempre più dominanti e quelli piccoli che si affidano sempre più alle loro piattaforme per ottenere visibilità. Inoltre, anche se esistono senz’altro numerosi piccoli operatori affidabili che offrono un eccellente servizio, è difficile avere la certezza di potersi fidare di essi senza poter leggere un numero di recensioni lasciate su di loro su un sito terzo. Il nostro parere è pertanto che ad oggi per l’affitto di case vacanze sia preferibile affidarsi ad uno dei grandi operatori quali quelli menzionati nel nostro articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.